top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreDr Domenicantonio Galatà

Valorizzare i prodotti tipici Calabresi tra scienza e arte

Si è celebrata a Roma la ricchezza enogastronomica calabrese nell'affascinante area archeologica sotterranea di Piazza Navona dello Stadio di Domiziano.


L’Associazione Italiana Nutrizionisti in Cucina (AINC) tra gli ospiti che hanno avuto l'opportunità di degustare i pregiati vini del panorama enologico calabrese assaporando alcune tra le migliori specialità gastronomiche calabresi.


Secondo il Dott. Galatá non si tratta solo di degustare, ma di far vivere un'esperienza, di trasmettere un messaggio fondamentale: la promozione di uno stile di vita sano. Questo stile di vita va ben oltre l'ingrediente cibo; rappresenta la convivialità e la cultura come elementi aggreganti. E il luogo in cui si è svolto l'evento, l'area archeologica sotterranea, ha assunto un'importanza strategica in questo contesto, contribuendo a creare un'atmosfera unica e coinvolgente.

Così, nei calici tinti di rosso, bianco o rosato con Gaglioppo, Magliocco, Greco, Pecorello, Zibibbo o Malvasia si è potuta apprezzare una Calabria ricca di qualità e biodiversità come nella proposta gastronomica. Tatin, finger food, risotti, dessert ed elisir hanno espresso tutta la peculiarità di alcuni dei prodotti tipici calabresi come il limone di Rocca Imperiale IGP; abbinamenti esilaranti tra pesce azzurro, erbe aromatiche, prodotti caseari, peperoncino, salumi e pani tradizionali.


Finale stupefacenti al profumo di lavanda del Pollino. La dolce conclusione di una “Calabria Straordinaria” da degustare è stata tenera come i fichi di Cosenza Dop quanto croccante con il Torrone di Bagnara IGP.

È stata una piacevole serata che ha permesso a tutti di scoprire la vera essenza della Calabria attraverso la qualità dei suoi prodotti e dei suoi autentici sapori.


L'evento è stato reso ancora più interessante dalla presenza di Anna Aloi, una delle massime conoscitrici della Calabria e dei suoi prodotti. Anna ha condiviso la sua passione e la sua profonda conoscenza della regione, contribuendo a rendere l'esperienza ancora più autentica e coinvolgente.


Il Dott. Galatá, presidente Ainc, ha commentato: <<Con Anna abbiamo raccontato in più occasioni le virtù nutrizionali dei prodotti di questa “Calabria Straordinaria”. Servono entrambi i linguaggi tecnici e divulgativi perché il pubblico sono sia i consumatori che i professionisti.>>

Questo sottolinea quanto sia cruciale promuovere la cultura enogastronomica e uno stile di vita sano in modo accessibile sia al grande pubblico che agli esperti del settore.

92 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page